Archivi del mese: ottobre 2007

from book “Poesie” by Emily Dickinson (1862)

Three times – we parted – Breath – and I – Three times – He would not go – But strove to stir the lifeless Fan The Waters – strove to stay.   Three Times – the Billows tossed me … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato | Lascia un commento

“Il mistero del “Tamerici 2” (parte quinta)

Vanessa Dorigo infatti era coniugata e il marito, Alfonso Neri, doveva aver scoperto la tresca della moglie col Borrelli e accecato dalla gelosia deciso di sopprimere il rivale. Solo che l’alibi del Neri era inattaccabile. Si era al punto di … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento, Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Il mistero del “Tamerici 2” ( parte quarta)

Il giorno successivo si ebbe la conferma che la povere bianca presente sulla serratura era residuo di materia molle servita per prenderne il calco. Il medico legale incaricato dell’autopsia rilevò la presenza di due ematomi sul corpo del Borrelli: uno … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento, Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Il mistero del “Tamerici 2” ( Parte terza)

In un primo momento tutto faceva pensare al suicidio. Durante i rilievi del caso un uomo del detective Sepia segnalò che la serratura presentava un’anomalia peraltro confermata da Giacomo il fabbro. La porta poteve essere stata chiusa anche da fuori … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento, Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Il mistero del “Tamerici 2” (parte seconda)

Suicidato! Quella terribile parola la accompagnò mentre saliva in ascensore ed entrava in casa e poi per il resto della giornata mentre compiva i soliti gesti, gesti consueti, quelli di ogni giorno quando rientrava dal lavoro. Alle due di quel … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento, Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Il mistero del Tamerici 2” – Racconto breve by Stella Olrich (Parte prima)

Giusy scese al capolinea del 12. Appena l’autobus ripartì attraversò la strada dirigendosi verso la fiat rossa parcheggiata nel piazzale. Si avvicinò, ne aprì il bagagliaio e vi getto lo zaino ed il giubbetto. Si tolse il berrettino che aveva … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento, Racconti brevi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Solitudine”

Siamo umani, tanto forti quanto fragili, pulviscolo  che in trasparenza la solitudine trafigge. Ogni giorno della nostra esistenza, a qualche ora differente, essa ci accompagna ammantando di tristezza i cuori. (Stella Olrich)

Pubblicato in my poems | Contrassegnato , | Lascia un commento