“Punta il dito e uccidimi”

Punta il dito

e uccidimi.

Un attimo prima

la tua parola

l’ha fatto.

Mentre grido

il mio amore

tu uccidimi.

Tu pensi di aver

diritto a giudicare.

Tu pensi che sto sbagliando

a stare qua…

Ma attento!

Il mio tempo

lo spreco come voglio.

Non devo chiedere a te.

Non sei padrone

della mia vita tu!

Ne di quella d’altri.

Attento perché ancora non ho

premuto il mio grilletto.

 

Io non ti chiedo se tu sei qua

per uccidere la noia

oppure per quale altro motivo,

ne cosa ti tiene legato a me.

Tu punta il dito e uccidimi

ma ricorda!

Già mi hai ferito,

la tua parola veloce

mi ha colpito.

Che vuoi m’importi

di avere ancora una volta

il cuore trapassato?

Io sempre mi rigenero.

Conosci l’araba fenice?

Sono a un passo da lei…

Mentre mi ferisci al cuore

io rinasco altrove.

 (per un amico)

 (Stella Olrich)

 

 

 

Annunci

Informazioni su Stella Olrich

Life is poetry when we are at peace with ourselves
Questa voce è stata pubblicata in my poems e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...