“Ho aperto la porta ieri”

 Ho aperto la porta ieri

Silenzio

Tu non c’eri

ma era come se ci fossi.

 Là

muto a guardare.

Ed io

piccolo rumore

di tacchi

non volevo

calpestarti il  cuore.

Ho solo

lasciato

un tocco di colore

sul  tappeto

all’ingresso

giusto per farti capire

che sono stata.

Ti prego

non pensare

che non voglio rispettare

l’ anima che vi hai

racchiusa  dentro.

Ho solo lasciato

una immagine

sopra il  caminetto.

In fondo hai predisposto

per due lo spazio.

Ho ritrovato i fiori

 li ricordo

sono di un tempo andato

di un qualcosa che avevo

scelto io

per viverti accanto.

Ho aperto la porta ieri

Tu non c’eri

ma era come se ci fossi.

Camminavo piano

piccolo rumore di tacchi

con un bene immenso

che tutto mi riempiva.

Ero nel tuo spazio

racchiusa in te

nelle tue cose.

Ti prego di credere

non volevo profanare

quello che ti porti

dentro.

Ho solo lasciato

un tocco di colore

e mi pareva di averti accanto

muto

a guardare

a lasciarmi fare.

(Stella Olrich)

Annunci

Informazioni su Stella Olrich

Life is poetry when we are at peace with ourselves
Questa voce è stata pubblicata in my poems e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...