“Oltre la vita” January23 –

Non riesco a ricordare la tua risata,

ridevi poco ma mi facevi tanto felice.

Ricordo le tue labbra piene,

colme di tenerezza quando mi baciavi.

Ora osservo quelle labbra intatte,

chiuse nel gesso del volto immobile,

sono diventate come un fiore proibito

che non ho più il coraggio di sfiorare.

Ora osservo gli occhi chiusi in una cavità

enorme, scavata dal dolore e penso

a quanti sogni vi erano racchiusi dietro,

sogni  che avevamo fatto assieme.

Mi conforta che la tua sofferenza

è andata..

Gli ultimi bagliori dei tuoi sguardi

si sono spenti nella penombra

di questa stanza,

stelle lontane che mai mi stancavo

di seguire  e fissate per sempre

dal mistero della vita e la sua fine.

Con te ho perso un secolo di dolcezza

per me eri giusto nel sbagliato

per me eri sempre perdonato.

(Stella Olrich)

Annunci

Informazioni su Stella Olrich

Life is poetry when we are at peace with ourselves
Questa voce è stata pubblicata in my poems, parole ritrovate e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...