“A sick love” – Stella Olrich

What an ugly beast
it’s nostalgia!
I did not know anything about you anymore
this saddens me
after many years
– yet –
We would like to have news
even from a friend
– after many years –
know how it is …
You are a memory that surfaces
to the memory
love and hate
joy and pain
more than an obsession
half of my soul
dream and reality were you.
 

I did not know anything about you anymore
this saddens me
and I can not do anything
I remember my hopes
death in a swirl of leaves
the tears consumed
in the succession of the seasons
Days and nights when I felt
tremendously alone
without protection
at the mercy of emotions
unhappy…
 

I look back
with unbridled galloping
of memory
– it is no longer possible to hold back –
Fatigue oppresses me
the hours are grains of sand
of a cruel hourglass.
All those hours kneaded together
in an amalgam that is out of time
hours that shone and warmed
more than the sun because I was with you
I miss them…
You that over the day
you gave me also the night
with nightmares of jealousy
You who have been a part
of my heart for so
long time
you have chosen to cancel
a long time before me
all of this
considering
like a sick love.

Stella Olrich
(Traslat)

Che brutta bestia
è la nostalgia!
Non ho saputo più nulla di te
questo mi rattrista
dopo tanti anni
– ancora –
Si vorrebbe avere notizie
anche da un amico
– dopo tanti anni –
sapere come sta…
Sei un ricordo che affiora
alla memoria
amore e odio
gioia e dolore
più d’una ossessione
metà della mia anima
sogno e realtà eri tu.

Non ho saputo più nulla di te
questo mi rattrista
e nulla posso fare
Ricordo le mie speranze
morte in un turbinio di foglie
le lacrime consumate
nel susseguirsi delle stagioni
Giorni e notti in cui mi sentivo
tremendamente sola
priva di protezione
in balia delle emozioni
infelice…

Guardo indietro
col galoppare sfrenato
della memoria
– non è più possibile trattenerti –
La stanchezza mi opprime
le ore sono granelli di sabbia
d’una crudele clessidra.
Tutte quelle ore impastate assieme
in una amalgama fuori dal tempo
ore che brillavano e scaldavano
più del sole perché ero con te
mi mancano…
Tu che oltre al giorno
mi davi anche la notte
con incubi di gelosia
Tu che hai fatto parte
del mio cuore per così
lungo tempo
hai scelto di cancellare
molto tempo prima di me
tutto questo
considerandolo
come un amore malato.

Annunci

Informazioni su Stella Olrich

Life is poetry when we are at peace with ourselves
Questa voce è stata pubblicata in my poems, Stella Olrich e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...