“I know it’s over” – Jeff Buckley

just a sweet and beautiful song of Jeff Buckley

Annunci
Pubblicato in Musica, Video | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Non è più l’ora nostra”- Libero de Libero

Non è più l’ora nostra

che ci guidava a caccia di luoghi,

l’ora amata non più dall’estate

che ombra di noi coglieva.

Tu guardi il giorno

sfiorire nel pallido mese,

e già nell’occhio degli altri

fa notte e sulla collina:

quasi l’ombra rapida d’un volo

che resta dove trascorse.

Libero De Libero ( da “Il libro del forestiero”)

 

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Il treno” – Umberto Marvardi

In questo treno che non ferma più,

amore, ci sei tu, e non so dove.

Ti cerco in ogni carrozzone e il treno

corre per piani, rimbomba per monti,

scavalca abissi e dei fiumi si bagna.

Ormai sono crollati tutti i ponti,

immoti i mari e il verde, anche, ristagna.

Amore, ecco, d’azzurro ora m’appari:

nuvola bianca, sussurro di cielo,

sorriso d’aria rosa sul tramonto.

E il treno corre, corre dal profondo

dentro la ferma notte luminosa.

Umberto Marvardi

 

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“We all fall in love sometimes” – Jeff Buckley

a song I like about Jeffrey Scott Buckley (American singer-songwriter and guitarist who died in May 1997)

Pubblicato in Musica, Video | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Una tazza di caffè” – Stella Olrich

Una tazza d’amore

come bere un caffè

un amore spiccio

come la carezza ad un gatto

randagi entrambi siamo stati

due destini incrociati

due farfalle unite in volo

quasi sul punto d’innamorarci

se non fosse che

le nostre vite erano

già impegnate

su percorsi diversi.

Una tazza d’amore

aroma antico

che prende il cuore

e  svegli fa stare.

Un amore spiccio

senza il tempo per pensare

la carezza di un gatto

e il suo languore

randagi entrambi siamo stati.

A che serve abbaiarsi contro

gli sguardi velenosi

volti  a ferire?

tutto questo ci sarebbe  poi stato…

Due destini incrociati

quasi sul punto d’innamorarci

se non fosse che

il giorno dopo

come due farfalle in volo

le ali  macchiate

e l’aroma del caffè addosso

ci siamo lasciati.

Oh! l’aroma di caffè

quanto è buono

quando  si disperde

lungo la strada

dietro i passi d’un gatto…

Stella Olrich

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in my poems, Stella Olrich | Contrassegnato , , | Lascia un commento

“Poesia d’amore” – Leonardo Sinisgalli

Chi ama non riconosce, non ricorda,

trova oscuro ogni pensiero,

è straniero ad ogni evento.

Mi sono accorto più tardi

di tutti gli anni che l’aria

sul colle è già più leggera,

l’erba è tiepida di fermenti.

Dovevo arrivare così tardi

a non sentire più spaventi,

pestare aride stoppie, raspare

secchie murate, coprire la noia

come uno specchio col fiato.

Sono un uccello prigioniero

in una gabbia d’oro. La selva

variopinta è senza colore per me.

L’anima s’è trovata la sua stanza

intorno a te.

Leonardo Sinisgalli

 

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Amicizia” – Vincenzo Cardarelli

Noi non ci conosciamo. Penso ai giorni

che, perduti nel tempo, c’incontrammo,

alla nostra incresciosa intimità.

Ci siamo sempre lasciati

senza salutarci,

con pentimenti e scuse da lontano.

Ci siamo riaspettati al passo,

bestie caute,

cacciatori affinati,

a sostenere faticosamente

la nostra parte di estranei.

Ritrosie disperanti,

pause vertiginose e insormontabili,

dicevan, nelle nostre confidenze,

il contatto evitato e il vano incanto.

Qualcosa ci è sempre rimasto,

amaro vanto,

di non ceduto ai nostri abbandoni,

qualcosa ci è sempre mancato.

Vincenzo Cardarelli

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento