Archivi tag: Andrea Zanzotto

“Collassare e pomerio” – Andrea Zanzotto

Dimmi che cosa ho perduto dimmi in che cosa mi sono perduto e perché così tanto, quasi tutto ho lasciato a piè del muro – oh fastelli scrigni fardelli di rovi e poi là gemellari luci, auricolazioni nell’infinito pomerio Da … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato , , | Lascia un commento

“Quando eri là a ridosso…” – Andrea Zanzotto

-Quando eri là a ridosso lamentavi l’essere sempre rimasta a casa, l’aver mortalmente – quasi – rifiutato ogni viaggio, il non esserti mai mossa, e te ne facevi grande carico e ti ripromettevi ben altro ben altro                                    se tu … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Amori impossibili come”- Andrea Zanzotto

Amori impossibili come sono effettivamente impossibili le colline Non è possibile che tanto amore in esse venga apertamente dato e al tempo stesso dissimulato, anzi reso inaccessibile Serie senza requie di inaccessibilità che pur fa da accattivante ingradante tappeto sulla … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Se non fosse…” – Andrea Zanzotto

Se non fosse il tuo volto che feconda e fonde l’acqua e i monti e si fonde in sospiri… Frutti effusi a un crepuscolo di seta, prati che a forza districa dal cielo un azzurro dolore, e gerani lassù tra … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Piccola elegia” – Andrea Zanzotto

Giovane ed infelice qui torna l’anima mia, più valido e fosco l’amore. Ti ridiremo, nome sepolto tra questi clivi dove nuziale s’apre la rosa ai pergolati e giugno appannato d’acque e funghi stillicidi insensibili protrae per la festa delle api … Continua a leggere

Pubblicato in Books | Contrassegnato , | Lascia un commento